skip to main | skip to sidebar
42 commenti

“Luna? Sì, ci siamo andati!” diventa un sito: edizione 2018 massicciamente aggiornata

Ultimo aggiornamento: 2018/02/04 23:50.

Dopo una lunga pausa ho rimesso mano al mio libro di risposte alle tesi di complotto intorno agli sbarchi sulla Luna e l'ho trasformato da testo cartaceo, EPUB e PDF in un sito (tinyurl.com/luna2018). I primi tre cinque sei capitoli sono già online in forma completa; gli altri seguiranno man mano.

So che a molti dispiacerà che non ci sia più un’edizione cartacea, ma mi sono dovuto arrendere al fatto che tenere aggiornato un testo cartaceo così ricco di illustrazioni e reimpaginarlo a ogni minima modifica era un incubo che mi paralizzava; per non parlare dei costi e della logistica di stampare e portare in giro chili di carta. Anche la versione EPUB stava diventando ingestibile per lentezza e dimensioni.

Con la versione attuale, invece:
  • posso includere immagini a colori e in altissima risoluzione;
  • posso incorporare anche video e animazioni;
  • posso aggiornare, linkare e correggere al volo qualunque parte del testo, ripubblicandola istantaneamente (infatti mi sto divertendo tantissimo ad aggiungere finalmente tutte le chicche che avevo accumulato negli appunti);
  • posso offrire un’edizione fruibile anche sugli schermi piccoli dei telefonini e facile da linkare per rispondere alle singole obiezioni dei lunacomplottisti;
  • posso includere un pratico motore di ricerca interno che consente di trovare le informazioni con molta facilità.

Se qualcuno vuole sviluppare un’app, generare un EPUB o un PDF partendo dal mio testo, è libero di farlo, purché rispetti le condizioni di licenza Creative Commons che trovate nel sito.

Se conoscete già le versioni precedenti di Luna?, troverete già ora molte foto in più, molti link aggiunti e un paio di sezioni aggiuntive. I prossimi capitoli saranno ancora più ricchi e rinnovati, pronti per affrontare l’inevitabile ondata di baggianate della stampa generalista e dei lunacomplottisti che arriverà nel 2019, intorno al cinquantesimo anniversario del primo sbarco sulla Luna.

Buona lettura!


2017/12/31 15:30. Ho completato anche il quarto capitolo.

2018/01/23 14:00. Ho completato il quinto capitolo.

2018/02/04 23:50. Ho completato il sesto capitolo.



Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi è piaciuto, potete incoraggiarmi a scrivere ancora facendo una donazione anche voi, tramite Paypal (paypal.me/disinformatico), Bitcoin (3AN7DscEZN1x6CLR57e1fSA1LC3yQ387Pv) o altri metodi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (42)
Grazie per il tuo lavoro, Paolo. Il ministero dell’istruzione dovrebbe pagarti e divulgare questo materiale nelle scuole.
Dall’altra parte, o meglio in mancanza di questo, credo che faresti meglio a dedicarti ad altro: i lunacomplottisti non meritano questo livello di discussione. Vanno compatiti come i razzisti e altri minus habens e tollerati con pazienza.
Peccato che sia rotto ... cliccando su "continua" a fine pagina -> https://lunasicisiamoandati.blogspot.com/2017/12/[NOMESEZIONE].html (bad request)
Enrico,

dove di preciso?
Molto bello, pulito, leggibilissimo... complimenti!
Da tanti anni vorrei ripubblicare i miei vecchi siti di debunking artistico-mysterico, oggi illeggibili non solo sui cellulari ma anche sui monitor desktop grandi. Ad esempio ARTE E UFO e I misteri della mappa di Piri Reis risalgono al 2003 e c'è da vergognarsi per l'aspetto. Ma mi frena il dover riscrivere tutto in formati diversi.

Tu come hai costruito questo nuovo sito-libro? Blogspot ha una gestione facilitata anche per l'inserimento delle immagini?
ho trovato anch'io un link rotto: il continua qui: https://lunasicisiamoandati.blogspot.it/2017/12/434-il-documentario-della-fox.html
anche il continua in https://lunasicisiamoandati.blogspot.it/2017/12/436-i-media-italiani.html
Enrico, giubbe, tutti,

grazie per le segnalazioni, ma avete notato che ho detto che i primi TRE capitoli sono "già online in forma completa" e che "gli altri seguiranno man mano"? Per cui vi prego, non segnalatemi magagne nei capitoli successivi al terzo: li sto ancora finendo, so che sono incompleti.
Mi aggiungo ai complimenti per il lavoro che fai e per la qualità del lavoro stesso! Mi permetto di farti solo un piccolo appunto, metti meglio in evidenza il link dove fare le donazioni, perché un lavoro di qualità è giusto che venga ricompensato. Anzi, forse non andrebbero neanche chiamate donazioni ma offerte libere, perché un lavoro ben fatto va pagato, ognuno in base alle sue disponibilità o a quanto lo ritenga valido
Ottimo lavoro, che mi sto leggendo tutto di un fiato, compresi i capitoli non ancora terminati :)
A tal proposito, nel capitolo sulle macchine fotografiche, suggerirei di specificare meglio che si tratta di medio formato (per questo un obiettivo da 60 mm è un grandangolare). Ok, è scritto più sopra parlando delle pellicole e sicuramente il lunacomplottista medio non sa neanche di cosa stiamo parlando ma un lettore occasionale potrebbe pensare a un errore
sorry, avevo inteso che erano incompleti, ma corretti.
Luciano,

ottima idea, fatto.


Giubbe,

Nessun problema. Ora ho sistemato tutti i link che collegano le pagine.
buon anno ragazzi! il mio auspicio per il nuovo anno è che il nostro oste ci delizi con la scienza, e basta.
Buon anno Paolo... si spera con meno bufale! (no, il termine "fake news" ancora non lo digerisco, per me son sempre "bufale")
Gran lavoro!
Curiosità: come mai per i tuoi progetti continui ad usare blogspot? è una piattaforma ormai un po' datata e con una community quasi inesistente.

La risposta che mi sono dato è che non necessità manutenzione da parte tua, è uno strumento che già conosci e visto che non vuoi utilizzare ADV sulle tue pagine sarebbe un costo inutile passare a piattaforme che richiedono un pagamento, anche se minimo.

D'altro canto passare a piattaforme più moderne ti darebbe maggiore visibilità, ad esempio leggo molti articoli su Medium o WordPress.com perché la comunità è più forte, mantenendo gli stessi vantaggi di blogspot.

Mi sfugge qualcosa?


Sasà,

hai azzeccato quasi tutti i motivi. Aggiungo a quelli che hai citato il fatto che Blogger, nonostante i suoi limiti, non ha mai subito violazioni (che io sappia), a differenza dei vari Wordpress.

Non è questione di soldi, ma di efficienza. Se uso blogger, le mie mani "sanno" automaticamente dove andare e cosa fare. Se comincio a mescolare piattaforme, farò solo confusione e rallenterò, cosa che specialmente adesso non mi posso assolutamente permettere.

Grazie dei complimenti!
Paolo, sto cercando informazioni su come spostare quei miei siti in modo semplice su Blogger come hai fatto tu oppure su Wordpress. In un sito tra i tanti che ho letto oggi (https://www.dariovignali.net/blogger-vs-wordpress/) ho trovato questa affermazione:
Gli svantaggi di Blogger: Il più grande svantaggio è che, scrivendo su Blogger, Google è libera di usare e distribuire i tuoi contenuti come meglio crede. Proprio così, Google diviene proprietaria dei tuoi scritti e può farne ciò che vuole. Credi davvero che un giornalista si iscriverebbe a blogger? Assolutamente no.
Sapendo della tua scelta e del fatto che sei giornalista, ho pensato che non sia una informazione corretta, o sbaglio?
Trystero,

credo che la questione (c) sia un equivoco riferito a questo:

https://www.google.com/intl/en/policies/terms/

Dice chiaramente: "You retain ownership of any intellectual property rights that you hold in that content. In short, what belongs to you stays yours. "

"When you upload, submit, store, send or receive content to or through our Services, you give Google (and those we work with) a worldwide license to use, host, store, reproduce, modify, create derivative works (such as those resulting from translations, adaptations or other changes we make so that your content works better with our Services), communicate, publish, publicly perform, publicly display and distribute such content. The rights you grant in this license are for the limited purpose of operating, promoting, and improving our Services, and to develop new ones. This license continues even if you stop using our Services (for example, for a business listing you have added to Google Maps). Some Services may offer you ways to access and remove content that has been provided to that Service. Also, in some of our Services, there are terms or settings that narrow the scope of our use of the content submitted in those Services. Make sure you have the necessary rights to grant us this license for any content that you submit to our Services. "
Trystero,

Tu come hai costruito questo nuovo sito-libro? Blogspot ha una gestione facilitata anche per l'inserimento delle immagini?

Ho creato un blog con un template standard (il Simple), che ho poi personalizzato disabilitando commenti e altre cose indesiderate. Ho aggiunto un pizzico di CSS per lo stile dei blockquote. Poi ho caricato il testo, pezzo per pezzo, con un semplice (ma tedioso) copiaincolla parendo dal testo LibreOffice (ODT).

Le immagini le sto ricaricando a mano, con un drag-and-drop.

Sicuramente c'era un metodo migliore, ma tanto devo rimettere mano estesamente al testo per aggiornarlo, per cui mi va bene così.

Se serve altro, chiedi pure!
Grazie Paolo per l'incredibile lavoro.

Colgo l'occasione per segnalarvi questo eccezionale talk, tenutosi nell'appena concluso CCC:
https://media.ccc.de/v/34c3-9064-the_ultimate_apollo_guidance_computer_talk

Paolo, ti segnalo un refuso.
Al capitolo 11.1, il sito Ufocasebook.com viene spezzato come fosse un full stop.
Ciao Paolo, grazie per le risposte dettagliate. Per Google immaginavo che ci fosse un malinteso, perché mi sembrava strano che potesse appropriarsi di contenuti solo per il fatto di usufruire di uno spazio gratuito. Per spostare quei siti su Blogspot, ci proverò perché sarebbe comodo avere una grafica standard, dedicata al solo contenuto, senza complicazioni. E il tuo lavoro con “Luna? Sì, ci siamo andati!” mi sembra ottimo.
Nella sezione 5.18 abbiamo un
«potrebbe aere zone»
Gelma,

refusi sistemati, grazie!
Paolo,
sempre nel 11.1 c'è anche un
«,1 tre fotografie»
Nella sezione 10.3:
«Blauvelt di Hollywood.
com:»

Inoltre, ci sono degli sparsi 2 e 3 nelle righe precedenti.
Capitolo 11.3:
«I missili orbitali, infattum vengono»

Anche qui righe di soli 3 e 4.
Tutti i link della sezione 15.2 sono spezzati sul punto separatore.
Link spezzati anche in 15.5
Sezione 5.8:

«Lunar Reconnaiissance Orbiter»
Capitolo 6.2.1:

«preparandoper»
Capitolo 6.2.1:

«vavola»
Sezione 8.8:
«possiblie»
Sezione 9.1:

«prpnunciavano»
Andrea,

grazie delle segnalazioni, ma le stai facendo su capitoli ancora in lavorazione. So che hanno refusi. Ti chiederei di limitarti ai primi quattro, che considero finiti.
Paolo,
so che non sei ancora arrivato a correggere il cap. 5.2 ma volevo chiederti un chiarimento (me l'ero appuntato sulla versione e-book).
Frase:
"se la Luna piena fa sparire le stelle alla vista quando la guardiamo lassù in cielo, figuriamoci quante stelle potevano mai vedere gli astronauti, che quella Luna l’avevano tutt’intorno e sotto di sé."

In realtà l'effetto della Luna piena che fa "sparire le stelle" quando guardiamo il cielo da poveri terrestri è dovuto in massima parte alla diffusione della luce da parte dell'atmosfera. Credo che dalla Luna basti alzare lo sguardo al di sopra dell'orizzonte (ed aspettare che l'occhio si abitui alla differente luminosità del cielo rispetto al suolo) per vedere molte stelle ad occhio nudo, indipendentemente dalla luminosità del suolo, non essendoci atmosfera.

Insomma, quella frase la ricontrollerei ed eventualmente la toglierei, rischierebbe di risultare sbagliata mentre tutto il resto del discorso è corretto. In pratica la mancanza di stelle nelle foto è dovuta unicamente alle regolazioni delle macchine fotografiche, non direttamente al fatto di avere la Luna piena "sotto i piedi" (indirettamente si, in quanto la regolazione del diaframma e dell'esposizione è dovuta alla luminosità del suolo, e le foto dovevano essere fatte al suolo).

Inoltre anche sulla Luna in assenza di atmosfera, considerando che comunque le stelle sono soggetti puntiformi comunque abbastanza deboli, anche con una pellicola o un sensore molto sensibile e diaframma aperto, dubito che sarebbe possibile ottenere foto "decenti" della maggior parte delle stelle con una fotocamera tenuta in mano, che non siano troppo mosse. Venere è come fai notare tu una notevole eccezione (tanto è vero che è fotografabile anche in città con un telefonino). Comunque per verificare questo ultimo mio dubbio dovremo aspettare che partano i voli turistici lunari, ma possibilmente low-cost.

Se non ricordo male, ma dovrei trovare le interviste, qualche astronauta lunare (non ricordo chi esattamente) confermò che bastava alzare lo sguardo da terra per vedere le stelle. Se ritrovo la fonte ti aggiorno.
Buona sera Paolo come prima cosa vorrei farle i complimenti per il suo libro, ora ancora più completo in questo nuovo formato. Sono appassionato di spazio e in particolare della missioni apollo che portarono l'uomo sulla luna, e i suoi blog contengono sempre una miniera di curiosità, notizie, informazioni e spiegazioni. Il tutto raccontato in maniera chiara e semplice anche per chi come me non è "del settore"(di lavoro faccio il musicista). Tra l'altro vorrei poter dire che ormai non serve più spiegare certe cose ma navigando su social come fb e simili mi rendo tristemente conto che non è così.. Tanto per fare un esempio qualche giorno fa su fb focus ha pubblicato un articolo sulle fotografie meno conosciute fatte sulla luna durante le missioni apollo. Miriadi di commenti che negavano gli sbarchi, citando le solite vecchie tesi ( mancanza di stelle, bandiera che sventola, mancanza del cratere sotto il modulo ecc..), il tutto condito da insulti vari ed eventuali.. E come nella migliore tradizione complottista appena ho pubblicato un commento dove chiedevo con educazione a tutti come fosse stato possibile falsificare gli sbarchi nessuno ha saputo o voluto rispondere.. Quindi tanta fuffa come sempre. Ma vengo al motivo per cui le scrivo. Ho notato nel capitolo 4.3.1. (quello su Bill kaysing) una stranezza. Vengono citati dei passi del libro prima in lingua italiana e poi in lingua originale. Nella citazione viene scritta anche la pagina del libro da cui è tratta . Solo che nella traduzione italiana la pagina ha un numero molto alto. Pagina 321 per esempio. Mentre in quella inglese la pagina ha un numero molto basso. 30 per esempio. É possibile o si tratta di un errore sia pure piccolo? Ho notato questa cosa in tutto il capitolo.. Detto questo la ringrazio per lo splendido lavoro che lei fa e buona serata.
Ps porterete anche l'anno prossimo una roccia lunare in giro per l'Italia? Sarebbe fantastico. Grazie ancora
Claudio,

grazie innanzi tutto dei complimenti e di aver raccontato la tua esperienza.

Ma vengo al motivo per cui le scrivo. Ho notato nel capitolo 4.3.1. (quello su Bill kaysing) una stranezza. Vengono citati dei passi del libro prima in lingua italiana e poi in lingua originale. Nella citazione viene scritta anche la pagina del libro da cui è tratta . Solo che nella traduzione italiana la pagina ha un numero molto alto. Pagina 321 per esempio. Mentre in quella inglese la pagina ha un numero molto basso. 30 per esempio. É possibile o si tratta di un errore sia pure piccolo?

No, è corretto così. La versione italiana è stata "leggermente" reimpaginata dall'editore italiano. Ho aggiunto una nota per chiarire questo possibile dubbio, grazie!


Ps porterete anche l'anno prossimo una roccia lunare in giro per l'Italia? Sarebbe fantastico. Grazie ancora

Non so ancora nulla di concreto, ma ci spero proprio, anche perché ho una gran voglia di tornare a Houston :-)
OT

Ho appena visto l'episodio più bello di Star Trek di sempre: è il primo episodio della quarta stagione di Black Mirror! :-D :-D :-D
Grazie Paolo per il grandissimo lavoro. Non ho mai creduto al luna complottismo, ma il tuo lavoro mi ha aperto un mondo su un tema (quello dell'esplorazione spaziale) sul quale ero completamente ignorante, complice anche il fatto che sono nato molto dopo la fine dell'era lunare.

OT: mi associo a un OT di un precedente messaggio, come mai non hai fatto un post su Black Mirror? Penso che sia una delle cose più da Disinformatico uscite nel mondo dello spettacolo negli ultimi 5 anni.
NoConcept,

come mai non hai fatto un post su Black Mirror?

Semplicemente per carenza di tempo. Lo adoro!
Possiedo il libro, con tanto di autografo che mi hai fato in una tua visita a Belluno anni fa, quindi insostituibile.
Apprezzo e mi sto godendo anche l' edizione online, quindi grazie per il tuo lavoro.
A quando il libro "TERRA? Si, è sferica!" : )