skip to main | skip to sidebar
12 commenti

Antibufala: occhio ai cellulari esplosivi

Usare il cellulare mentre si ricarica è pericoloso?


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "whmfan" e "valentino.gar****".

Sta impazzando nelle caselle di posta una presentazione PowerPoint, intitolata "MAI mentre si ricarica!!!.pps", che mette in guardia contro i presunti pericoli dell'uso di un telefonino mentre è sotto carica. Ecco il testo e le immagini.

X FAVORE, FAI CIRCOLARE!
ATTENZIONE: è risaputo che le batterie dei telefonini cellulari possono talvolta esplodere, quello che non si sapeva, è che il rischio di esplosione aumenta considerevolmente se il cellulare viene usato mentre è sotto carica!
NON USATE MAI DICO MAI E RIPETO MAI IL TELEFONINO MENTRE RICARICATE LA BATTERIA, NEANCHE PER GLI SMS. Quando lo ricaricate SPEGNETE completamente il cellulare.




BATTERIA ESPLOSA MENTRE ERA SOTTO CARICA E CELLULARE USATO A LETTO...



(PENSA A COME PUò ESSER RIDOTTA LA TESTA DELL’UTENTE…)



QUESTO STAVA USANDO IL CELL SOLO PER GLI SMS, MA ERA SOTTO CARICA...



SONO EFFETTI DEVASTANTI DI CUI NESSUNO CI AVEVA AVVISATO...



QUINDI, RIPETO, PER FAVORE:

NON USARE MAI MA PROPRIO MAI IL TELEFONINO MENTRE RICARICHI LA BATTERIA, NEANCHE PER GLI SMS.
Quando lo ricarichi SPEGNI completamente il cellulare.



Secondo il sito antibufala Snopes.com, la serie di foto (di origine ignota) è stata aggiunta a novembre 2007 a un appello che circola già dal 2004. In sintesi, è falso che usare il cellulare mentre è sotto carica sia particolarmente pericoloso; ma è vero che vi sono stati dei casi di batterie non originali che sono esplose mentre erano sotto carica.

In particolare, nel 2003 vi fu una raffica di incidenti riguardanti telefonini Nokia (una quarantina di casi in tutto il mondo, su circa 400 milioni di utenti cellulari). Secondo le indagini di Nokia, le batterie erano tutte non originali e avevano in molti casi subito una caduta che le aveva danneggiate.

Esiste un mercato della falsificazione delle batterie, e chi fabbrica i falsi gioca al risparmio omettendo le funzioni di sicurezza che servono proprio a impedire surriscaldamenti e rischi d'incendio o esplosione, come per esempio il fusibile che apre il circuito in caso di temperatura troppo alta.



Le foto che accompagnano l'appello sono invece un buon promemoria del fatto che un cellulare, come qualsiasi apparecchio a batterie ricaricabili, si scalda parecchio durante la ricarica e ha quindi bisogno di ventilazione: metterlo sotto carica appoggiandolo su un cuscino o una coperta non è un'idea intelligente, e lo stesso vale ancor di più per i computer portatili.

Assicuratevi sempre di lasciare una ventilazione sufficiente intorno agli elettrodomestici sotto carica, e usate batterie originali. E magari leggete il manuale del fabbricante, invece di fidarvi di una presentazione Powerpoint scritta da chissà chi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (12)
Scusa Paolo, ma un fusible "salta" in caso di corrente troppo elevata, non di temperatura troppo alta.

Se nelle batterie c'e' anche un controllo della temperatura ci sara' una termocoppia o qualcosa del genere.
Non e' solo pignoleria (anche se ammetto di essere pigolo spesso! :)), volevo davvero capire quanti e quali sistemi di sicurezza sono presenti nelle batterie di cellulari/portatili/lettori Mp3, eccetera.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Non che me ne intenda tanto, ma il cellulare che avevo un anno fa aveva la batteria completamente andata e, negli ultimi giorni prima di comprarne uno nuovo, parlavo regolarmente col cavetto collegato, sennò si scaricava appena fatto il numero... come mai sono ancora qui a scrivere?
So io chi manda in giro queste bufale e si guarda bene di mettere il proprio nome. Probabilmente qualche dirigente della sezione batterie N**ia o S***E****on che ha visto il grafico delle vendite scendere un po' troppo ripidamente e vistosi il cadreghino ballare.....
Più probabilmente un credulone un po' allarmista e un po' troppo impressionabile... avrà letto da qualche parte che a qualcuno ha preso fuoco la batteria, da qualche altra parte che un tizio si è bruciato letto e mano, ha fatto due più due cinque e ha concluso "Ricaricare la batteria col telefonino acceso è pericoloso! Ti scoppierà in faccia! Devo avvertire tutto il mondo della minaccia incombente!" e ha avviato un'altra maledetta catena con foto/powerpoint/allarmi/punti esclamativi a iosa e chi più ne ha più ne metta.
E il messaggio precauzionale realmente utile, "occhio a comprare batterie economiche", si perde nel mare di stupidaggini...
Le indagini di Nokia..

E' quantomeno singolare che venga permesso ad un imputato di svolgere le indagini.. non pare anche a te?

Posso capire un malfunzionamento alla base.. ma la dichiarazione che sarebbero state tutte non originali o danneggiate sembra un po' di parte..

"Sembra"... eh?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ciao
Personalmente ho ricevuto la medesima mail ed inizialmente ho cercato riferimenti circa la sigla che appare nelle immagini a dx in azzurro:
eqla3.com
Sembra corrispondere ad un sito in lingua araba, probabilmente iraniano.
Purtroppo la mia ignoranza linguistica non mi ha permesso procedere oltre, magari qualche volonteroso poliglotta potrebbe trovarci una spiegazione.

Nel frattempo saluto e ringrazio

Gio
Il sospetto di protezionismo Nokia ce l'ho anche io...

Non dubito che ci possano essere fabbricanti di batterie pericolose in quanto prive di sistemi di sicurezza.

Però ho il forte sospetto che i prezzi dei prodotti originali siano artificiosamente gonfiati, e che quindi sia possibile produrre batterie equivalenti senza tagliare la sicurezza ma lucrando i soli profitti normali rinunciando agli extraprofitti monopolistici.

Basti pensare alle cartucce per stampanti. Costano uno sproposito per pochi millilitri di inchiostro. Se le compri non originali spendi la metà, se le ricarichi con una siringa spendi un decimo.

Non è forse plausibile sospettare che la nokia usi lo spauracchio dell'esplosione come barriera alla libera concorrenza per poter continuare a lucrare i suoi extraprofitti?

Altri esempi:
- farmaci "di marca" e farmaci "generici": identici PER LEGGE anche negli eccipienti, eppure costano meno.

- Magliette "D&G" originali e taroccate: decine di euro contro meno di 10 euro. Eppure nessuna è mai esplosa XD
PER QUANTO RIGUARDA I FARMACI GENERICI, SE TI INFORMI PRIMA DI SCRIVERE, E VERO CHE HANNO STESSI INGREDIENTI DI BASE , MA MIA MADRE CON UN GENERICO CI STAVA RIMANENDO, E QUANDO A RIPRESO IL FARMACO ORIGINALE E TORNATO TUTTO COME PRIMA, IL CARDIOLOGO CI HA SPIEGATO DOPO, CHE IL RILASCIO DEI PRINCIPI ATTIVI DEI DUE MEDICINALI E DIVERSO, QUINDI IL GENERICO RILASCIAVA SUBITO TUTTI I PRINCIPI, E PER IL RESTO DELLA GIORNATA ERA COME SE NON L'AVESSE PRESO.
PER LE MAGLIETTE, E VERO CHE IO NON SPENDEREI MAI COSI TANTO PER UNA MAGLIETTINA, MA CHI FALSIFICA OLTRE A USARE SPESSO MATERIALI SCADENTI, NON HA DI SICURO I COSTI DI CHI PRODUCE LEGALMENTE, E TI GARANTISCO CHE ALLA FINE A GLI STESSI INTROITI.
SPESSO A GONFIARE COSI TANTO I PREZZI NON E TANTO CHI PRODUCE, MA IL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE, CON TROPPI SCAMBI.
CIAO
psionic: un fusibile salta in casso di corrente troppo elevata,ma ad un aumento di corrente si ha una quantità maggiore di calore rilasciato per effetto Joule. Quando il calore per effetto Joule supera il calore scambiato con l'esterno il dispositivo si scalda.
Se rimani entro le correnti di progetto le temperature massime raggiunte sono considerate dai progettisti, se hai dei cortocircuiti la temperatura può salire oltre a quella di progetto.

E' possibile che nelle batteria si controlli anche direttamente la temperatura, ma non è indispensabile.